Jump to content

Theme© by Fisana
 

Photo

ROBOTS and MINES


  • Please log in to reply
9 replies to this topic

Poll: ROBOTS ARE MINES? (0 member(s) have cast votes)

ROBOTS ARE MINES?

  1. YES (1 votes [100.00%])

    Percentage of vote: 100.00%

  2. NO (0 votes [0.00%])

    Percentage of vote: 0.00%

  3. ONLY IF YOU ARE AN ENEMY (0 votes [0.00%])

    Percentage of vote: 0.00%

  4. ONLY IF YOU ARE A STRANGER WITHOUT IFF (0 votes [0.00%])

    Percentage of vote: 0.00%

Vote Guests cannot vote

#1 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 08 March 2003 - 12:26 PM

ROBOTS and MINES
The MINE is a MECHANICAL ROBOT.

UCA = UNMANNED COMBAT AIRCRAFTS
UCV = UNMANNED COMBAT VEHICLES
UCS = UNMANNED COMBAT SHIPS (Submarines)
FUCSSS = FIXED UNMANNED COMBAT SURVEILLANCE AND SUPPRESSION SYSTEMS (ARMED AND CAMO ROTATING TURRET INSIDE THE GROUND)

The above mentioned are all COMBAT ROBOTS they are like the MINES against anyone who have not an IFF SYSTEM and not only.
THERE ARE ALWAYS MALFUNCTIONS AND FAILURE IN EVERY SYSTEM.

IFF SYSTEM = IDENTIFY FRIEND OR FOE SYSTEM

LOVELY DAY TOMORROW GUYS.

THE FIRST EXPERIMENTS ARE MORE THAN 20 YEARS OLD.

:D :eek: :rolleyes: :P :cool:
  • 0

#2 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 08 March 2003 - 12:56 PM

UNMANNED = ROBOT
UNMANNED COMBAT = COMBAT ROBOT

ROBOTS FOR WARS
:eek: :D :P :rolleyes: :cool:
  • 0

#3 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 25 April 2005 - 01:15 AM

Altruismo e Solidarieta'.

Svolgimento:

---Tutti i mezzi della famiglia MGV condivideranno lo stesso telaio, apparato propulsore, gli stessi organi meccanici ed il maggior numero possibile di componenti, ed avranno, a grandi linee, le medesime prestazioni in termini di velocita' (90 km/h.), di autonomia ( 750 km.), di mobilita' in strada e fuori strada.
---(IN PRATICA UN INCUBO!!!!)---
La diminuzione del livello di osservabilita' in ogni campo degli MGV costituira' una forma, indiretta, di aumento del livello di protezione di tali mezzi.
---(E CHI CI CREDE???)---
Un ulteriore obbiettivo e' costituito da un miglioramento delle condizioni di abitabilita' e di sicurezza all-interno dei mezzi, sia per i membri dell-equipaggio che per le squadra di fanteria o per qualsiasi altra persona a
bordo.---

Questo significa:/-----/

- vetronica ed interfacce uomo-macchina (WMI, Warfighter-Machine Interface) avanzate ma di semplice utilizzo.
(Net-Computing)
(Anche i quadrumani antropomorfi hanno le loro esigenze)-

- sistemi di sicurezza e di condizionamento efficienti
(per un monitoraggio continuo di tutte le funzioni fisiologiche e pisiccologgiche),
per un miglioramento del comfort a bordo, contro il rischio di incendi e di minacce di tipo CBRN
(Ciribiribin che bel Basin, che bel Bocchin....).-------

- spazi adeguati per poter operare a lungo senza affaticamento (quando mangiano e quando dormono?),
per fornire una superiore protezione passiva
con una opportuna disposizione dei componenti interni
(-questi che sarebbero?)
e per poter disporre agevolmente di tutti gli equipaggiamenti necessari.
(in particolare quelli individuali -padella, pappagallo, etc.).

Resta da segnalare che proprio nell-ambito della ristrutturazione del programma FCS decisa nel luglio 2004 alcuni dei sistemi sopra elencati saranno sviluppati piu' rapidamente degli altri.-------

Nel particolare verr? data priorita' allo sviluppo:-------
- del Network,-----/
- dell-NLOS-C,-----/
- dell-NLOS-LS,----/
- degli UGS,-----/
- degli UAV (o, almeno, due Classi).
(Sta a vedere che risorgono Robespierre, Bakunnin, Marx, Eghels, etc. tutti d'un colpo)/-----/
- degli UGV./-----/

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE---------

Naturalmente un programma dell-importanza e delle dimensioni dell-FCS, accanto alle molte promesse ed alle altrettanto grandi potenzialita, non puo' non sollevare dubbi, perplessita o critiche vere e proprie.-------
La prima, e piu' evidente, di queste riguarda proprio la vastita' e la complessita' del programma. ---------
Sviluppare nello stesso tempo un tale varieta' e quantita' di nuovi mezzi
(un-attended, manned e un-manned, sia aerial che ground),
di sensori diversi, di equipaggiamenti per i soldati ed un network per integrare ogni singolo elemento, corre il rischio di diventare una sfida troppo ardua. ----------
Questo anche perche' le tecnologie critiche da sviluppare (oltre 50) sono riferibili a numerosi, e tra loro molto differenti,
campi:
/-l-Information Technology,
/-i materiali,
/-la produzione di energia ed il suo immagazzinamento,
/-gli armamenti,
/-la robotica,
/-la sensoristica,
/-i sistemi di propulsione ed altri ancora fino, ad esempio, al modo stesso di alimentare i soldati sul campo di battaglia.
(A stomaco pieno sono pi? ragionevoli da sempre; Vecchia scquola.)/----/

Un ulteriore, ed importante, elemento di perplessita' riguarda il costo dell-intero programma FCS; esso e' attualmente valutato in una cifra posta tra i 108 ed i 117 miliardi di Dollari/Euro, gia' in aumento del 20-25% rispetto alle stime iniziali. /-----/

Ma cio' che appare piu' strano e' la situazione di indeterminatezza per cio' che riguarda la configurazione dei mezzi MGV, i piu' importanti dell-intero programma; come precedentemente osservato, questi dovrebbero condividere una serie di elementi comuni e cioe' lo stesso telaio e, quindi, lo stesso sistema di trasmissione della potenza, nonche' lo stesso propulsore.
-------(He.He.He. (:-D .He. He. He.)------(In pratica un regime totalitario globale che inficia e castra tutti i possibili WoL)-------

Tuttavia, ad oggi, non e' stata ancora presa una decisione definitiva su nessuno di questi aspetti; esistono prototipi cingolati ed altri ruotati 8x8, mentre vengono provati gruppi propulsori tra loro molto differenti (ibridi diesel-elettrici e TAG-elettrici o soluzioni tutte elettriche su celle a combustibile) ed anche sui materiali ( si parla di titanio, leghe metalliche avanzate, compositi polimerici e materiali ceramici) non esistono certezze assolute./------/

Per cio' che riguarda lo scafo degli MGV, scelta destinata a condizionare ogni altro parametro, sembrerebbe prevalere la soluzione cingolata
(-----Quella piu' invasiva e destrutturane/distruttiva; stile Frankenstein/DoKtor Jekyl-----)
con il gruppo propulsore posto anteriormente
(il solito bistrattato rapporto Pene/Vaggina cji c'e' l'ha piu' grosso e chi c'e' l'ha piu' larga.),
almeno a giudicare da alcune immagini recenti; le esigenze dei mezzi piu' pesanti (in termini di stabilita' e mobilita' della piattaforma) hanno finito, a quanto pare, con il prevalere./------/

Accanto a queste considerazioni di carattere generale se ne possono fare altre sul futuro impiego operativo dell-FCS./-----/

Il primo, e per certi aspetti piu' significativo, elemento di incertezza riguarda la protezione degli stessi MGV; le necessita' in termini di contenimento del peso
(Stipendi lordi da pagare)
non potranno non avere conseguenza su di essa. ----------
Sara' necessario un approccio radicalmente nuovo (non pagare gli stipendi); se da un lato lo sviluppo di nuovi materiali dovrebbe garantire un miglioramento del livello di protezione passiva e' comunque evidente che questa potra' essere limitata ai soli pezzi di medio calibro, quindi al livello IV secondo lo standard NATO STANAG (calibro 14,5 mm AP, mine anticarro, schegge di granata 155 mm a 25 metri e, per il solo arco frontale, almeno il 30 mm. APFSDS).
Per cio' che riguarda il contrasto alle minacce piu' importanti, e cioe' i cannoni degli MBT (sempre piu' potenti), quelli degli AIFV (in continua crescita sia in Occidente, fino a 40 mm., sia in Russia, anche 100 mm.), i missili controcarro (sempre piu' evoluti e letali) fino agli economici ma efficaci RPG (diffusi in ogni angolo del mondo), occorrera' passare a sistemi di protezione attiva (???), di cui infatti e' prevista l-installazione su tutti gli MGV./----/
  • 0

#4 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 25 April 2005 - 01:17 AM

A questo punto sorgono tre problemi./----/

Il primo consiste nel fatto che negli Stati Uniti questo campo e' ad uno stato primitivo di sviluppo, laddove in Russia, ad esempio, esistono da anni sistemi di questo genere; solo da poco tempo si lavora a progetti come il FSAP (Full Spectrum Active Protection) costituito da sistemi di scoperta/tracciamento e di contromisure passive/attive, per il contrasto e la distruzione fisica delle minacce./-----/

Il secondo e' rappresentato dal fatto che questi sistemi rappresentano un potenziale pericolo per la fanteria appiedata che si trova ad operare nelle vicinanze dei veicoli (in particolare per quelli con i quali operera' a piu' stretto contatto: l-ICV e l-MCS)./---/
(Poveri pedoni ed appiedati)/----/

Il terzo fa riferimento ai sempre piu' frequenti scenari di lotta al terrorismo o di guerriglia in generale con l-uso sempre piu' diffuso di Improvised Explosive Disposal (IED), spesso molto potenti. /-----/

Se l-esperienza in Iraq (e quella del conflitto Israelo-Palestinese) ha dimostrato che mezzi molto protetti come l-Abrams, il Bradley o il Merkava, possono essere messi fuori combattimento da queste trappole esplosive anche facilmente, a maggior ragione gli MGV appaiono ancor pi? indifesi dal momento che, attualmente, i sistemi attivi non offrono alcuna protezione contro questo tipo di minaccia./-----/

Sempre a questo proposito si puo' prendere ad esempio il nuovo IFV Stryker e la sua esperienza Irachena./----/

Anch-esso nato con il requisito della trasportabilita' su C-130 e' finito con il risultare un mezzo, tutto sommato, poco protetto, al punto che le brigate Stryker gia' dispiegate in Iraq sono state schierate nelle zone relativamente piu' tranquille (il Kurdistan) e inoltre si e' dovuto ricorrere a varie forme di protezione aggiuntiva tra le quali, soluzione singolare ed estemporanea, una sorta di gabbia metallica intorno allo scafo ed installata per contrastare la minaccia degli RPG.
(cara vecchia routine di stampa)/----/

In definitiva, lo Stryker e l-FCS in versione ICV ci pongono di fronte ad un problema cruciale: questi veicoli, piu' di ogni altro tipo di mezzo, necessitano della massima protezione. /------/

Pensare che proprio un semplice ed economico RPG possa mettere fuori combattimento non solo un mezzo costoso ma anche, e soprattutto, l-intera squadra di fanteria trasportata insieme all-equipaggio (fino ad 11/15 uomini) appare incomprensibile e deve essere evitato ad ogni costo.
(Mancava poco che gli scoppiavano le vene del collo e che gli occhi gli uscivano dalle orbite quando ha scritto questa parte appena sopra.)/-------/

Sempre in tema di corazzatura e di Iraq sarebbe opportuno ricordare anche cosa e' successo a Najaf nell-agosto 2004 (contro le milizie di Al-Sadr) e a Fallujah nel novembre scorso (contro i terroristi di AL Zarkawi ed i ribelli sunniti). /-----/

In entrambi i casi la eccessiva "leggerezza" delle forze impegnate, rispettivamente la 24th MEU e la 1st Marine Division, ha costretto il Comando americano a schierare numerosi battaglioni meccanizzati dell-US Army di rinforzo ai reparti dei Marines. /----/

Di LAV-25 dei "Leathernecks" impegnati nei combattimenti strada per strada non se ne e' vista neanche l-ombra, a differenza dei tanto vituperati Abrams e Bradley./-----/

Il secondo fattore di incertezza riguarda la reale possibilita' di rispettare il limite di peso pari a 19 tonnellate; mezzi come l-MCS ed il NLOS-C ma anche, probabilmente, l-ICV ed il NLOS-M difficilmente saranno in grado di rispettarlo, soprattutto nella configurazione in ordine di combattimento./-----/

(IL LIMITE DI PESO. Esso non si applica a tutti i veicoli nello stesso modo. Comunque se si ricerca il massimo di mobilita' possibile il limite di peso ? 19,998 Tonnellate metriche. I ponti sono una cosa seria, farli crollare per eccesso di peso e' da idioti.)/-----/

Si rendera' necessaria una preparazione, piu' o meno complessa a seconda dei veicoli, per renderli trasportabili dai C-130. Tale operazione determinera' la perdita della capacita' di combattere "off the ramp", cioe' appena scesi dai velivoli
(Gia' per la rampa delle scale, come i defenestrati a Praga. La rapidita' con cui si raggiunge l'uscita alla fine delle canoniche 8 ore. In pratica licenziamenti selettivi e di massa). /-----/

(Per alcuni tipi di veicolo non e' richiesta ed e' impossibile, muoiono prima.)/----/

Ancora una volta si puo' utilizzare, in termini di parziale paragone, quanto accade con gli Stryker; nonostante tutti gli sforzi fatti anch-essi necessitano di una preparazione volta a ridurne non solo il peso ma anche gli ingombri e, addirittura, la versione con il pezzo da 105 mm destinata all-appoggio a fuoco (MGS, Mobile
Gun System) non puo' essere comunque trasportata sull-Hercules./----/
(Lo Diritto di sciopero non e' ancora abbastanza limitato?)/----/

In questo senso appare piuttosto singolare condizionare lo sviluppo di due nuove famiglie di veicoli (gli Stryker e gli MGV dell-FCS) ad un velivolo come il C-130 che, per quanto notevolmente rimodernato con la versione J, rimane concettualmente vecchio di 50 anni (il primo volo risale al 1954) e con un carico utile ridotto. Probabilmente sarebbe stato piu' utile sviluppare un nuovo apparecchio, sulle 30 tonnellate di carico utile, capace di porre un numero minore di vincoli nella progettazione di qualsiasi mezzo ed in grado di colmare il vistoso buco di capacita' tra l-Hercules, da una parte, ed il C-17 Globemaster III (77 tonnellate di carico utile) o il C-5 Galaxy (120 tonnellate) dall-altra./-----/

(Prospettive e alternative)/-----/

Ed ancora, sarebbe comunque opportuno guardare con maggiore attenzione alle novit? nel campo del trasporto navale; nuove forme di scafo, apparati motori sempre piu' efficienti al pari di innovativi sistemi di propulsione sono in grado di offrire navi sempre piu' veloci ed utilizzabili, se non come alternativa, almeno
come importante complemento ai vettori aerei./-----/

Particolarmente promettente appare il settore dei catamarani veloci e dei multiscafo in genere, capaci di imbarcare ingenti quantita' di uomini e mezzi, con un pescaggio relativamente basso), di sviluppare velocita' nell-ordine dei 40 nodi e di essere facilmente riconfigurabili per missioni diverse. /------/
(Facchini, camerieri, commessi, fattorini,etc. lavoro interinale o in appalto.)/-----/

Effettivamente e' in corso il programma Theatre Support Vessel per lo stesso US Army, insieme ad altri progetti della US Navy, ma nessuno di questi appare ancora in grado di imporsi con decisione ed in tempi brevi./------/

L-enfasi posta sulla trasportabilita' aerea risponde, con tutta evidenza, al tipo di politica avviato dall-attuale amministrazione americana: il concentramento delle forze armate sul territorio dei CONUS (CONtinental US), esplicitato dall-ultima Global Posture Review. Anche questa scelta, cosi' vincolante per il requisito di aeromobilita' delle forze, avrebbe potuto essere riconsiderata alla luce di ulteriori soluzioni alternative: la ridislocazione delle unita' all-estero, e non un ritiro massiccio di circa 70.000 uomini, il miglioramento delle capacita' di pre-posizionamento dei materiali pesanti (sia nelle basi a terra che a bordo delle navi MPS, Maritime Prepositioning Ship ) ed un piu' rapido sviluppo del concetto del Sea-Basing./------/

Un ulteriore elemento critico sara' rappresentato dall-elevato numero di mezzi Un-manned, sia Ground che Aerial, e soprattutto dal loro reale grado di autonomia dal controllo dell-uomo.
/--------/
(Hanno paura di perdere il posto ed il sostegno elettorale della borghesia a tempo indeterminato in quanto perderebbe il posto anch'essa.). /-----/

Mentre il settore degli UAV appare piu' maturo e, al tempo stesso, la dimensione nella quale essi operano relativamente meno complessa, il discorso cambia per gli UGV; seguire il soldato appiedato su ogni tipo di terreno (come, ad esempio, l-accidentato e tormentato Afghanistan), come nel caso del MULE ------------(gli alpini oltre al mulo vero avevano anche quello meccanico: la carretta/carriola motorizzata)----------, o condurre operazioni di sorveglianza e/o attacco come per l-ARV, richiedera' lo sviluppo di capacita' robotiche molto avanzate. /------/

Se questi mezzi non saranno realmente in grado di svolgere le loro missioni con un sufficiente livello di autonomia si correra' il rischio di vedere troppi soldati dedicati al loro controllo./----/
  • 0

#5 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 25 April 2005 - 01:18 AM

E sempre a proposito di UAV stupisce l-assenza di un vero e proprio UCAV (Un-manned Combat Aerial Vehicle) o, almeno, della possibilita' di armare almeno uno dei mezzi delle quattro Classi (al momento non dichiarata ufficialmente)/---------/
(Sembra proprio il Parlamento del 1788. Ah se ci fossero Robespierre, Stalin e Company.). /-----/

La capacita' di colpire dall-alto, ed in condizioni di sicurezza per i soldati, nell-ambito delle MOUT (Military Operations Urban Terrain) o in altri ambienti particolari e di affiancare, o addirittura sostituire, gli elicotteri nelle missioni piu' rischiose, sarebbe importante./-----/

Quest-ultima osservazione, poi, ci conduce direttamente ad un altro elemento critico: con la cancellazione del Comanche, lo US Army nei prossimi anni potra' fare affidamento su una flotta di elicotteri che, per quanto rimodernata in maniera importante e costosa, sara' piuttosto datata./----/
(Cazzo! non ci sono piu' Comancheros. Incredibbile)/----/

Velivoli come il CH-47 e, in misura inferiore, l-UH-60 e l-AH-64 non sono proprio modernissimi e, oltretutto, non esiste niente di nuovo a breve termine nel settore dell-ala rotante./---/

(A parte: EH-101; US-101; NH-90; AB-139; S-92.)./-----/

A parte i programmi di acquisizione dell-Armed Reconnaissance Helicopter (ARH) e del Light Utility Helicopter (LUH), solo dopo il 2020, con il Joint Multi-Role Helicopter per i compiti di attacco e di ricognizione armata, si potra' assistere ad un progetto veramente nuovo. /---/

(A quell'ora le ultime generazioni sinistrorse saranno al soglio della pensione in tutti i sensi.)/----/

Sviluppare un sistema moderno come l-FCS per farlo operare con apparecchi che dopo il 2010 avranno gia' sulle spalle (anzi sui rotori) decine di anni di servizio e', quantomeno, strano./-----/

Ma le domande piu' importanti riguardano la natura e l-essenza stessa dell-FCS./-----/

La grande scommessa che sta alla base di tutto il programma e' quella di dare alle future Brigade UA FCS la stessa potenza di combattimento delle precedenti Brigade Combat Team se non, addirittura, delle Divisioni attuali. /-----/

(Cazzo! Gli da proprio fastidio che la gente pretenda lo stipendio in cambio del lavoro svolto.)/----/

Questo straordinario passo in avanti dovrebbe essere, in parte, il risultato del normale progresso ma, soprattutto, il frutto delle straordinarie evoluzioni, per non dire rivoluzioni, nel settore della Information Technology;/-------/

grazie ad essa le forze armate del futuro potranno contare su un vantaggio decisivo rappresentato dal dominio nel campo delle informazioni./----/

(E' ora di scappare all'estero.)/---/

L-Information Superiority sara' la chiave del successo che verra' raggiunto attraverso la capacita' di ottenere le informazioni, analizzarle in maniera adeguata ------
(Cosa Difficilissima perche' necessita' di elemento umano altamente qualificato e specializzato)----
e distribuirle ----
(Cosa altrettanto complicata: l'elemento umano ha antipatie e simpatie, non solo politiche.)------,
nel momento giusto -(:-D)-, prima ai decisori e successivamente agli esecutori giusti; ogni singolo sensore, sistema o individuo sara' collegato in rete ed ogni operazione avverra' in tempo reale o quasi./----/

(Vogliono inventare l'uomo bionico, il Terminetor. Dov'e' Swarzenegger?)/-----/

Tale prerogativa, da negare al contempo all-avversario, determina un aumento tale della velocita' del proprio ciclo IDA (Informazione, Decisione, Azione) che ogni avversario risultera' rapidamente sconfitto./----/

(Come in Viet-Nam; Korea; Russia; Grecia; etc.. )/----/

Questo e', in estrema sintesi, il concetto che sta alla base delle Network Centric Operations (NCO) e che sara' l-ambiente operativo sia delle future UA FCS che di ogni altro reparto delle forze armate americane./----/

Ma proprio qui sta il punto: riuscira' il Network a svolgere tutti questi compiti in considerazione dell-enorme mole di informazioni che dovra' ricevere (anche da fonti esterne) e trattare senza correre il rischio di venirne saturato?/----/

(Saturato: traduzione "Non capire piu' un cazzo, una mazza.)/----/

E- una possibilita' reale e concreta, specie in considerazione di un impiego operativo fatto di operazioni di combattimento ad alta intensita' dove, spesso, a prevalere sono la semplicita' e la robustezza dei sistemi impiegati e dove, altrettanto spesso, sistemi fortemente basati sulla tecnologia hanno fallito per cause diverse come, ad esempio, una scarsa facilita' di utilizzo o, ancora, quando una eccessiva dipendenza da essi determini, in caso di gravi problemi o malfunzionamenti, una incapacita' da parte dell-uomo di agire in maniera autonoma.
/-------/

Al tempo stesso rimane tutta da provare la connettivita' con eventuali sorgenti di fuoco esterne all-FCS e all-US Army, in particolare con piattaforme elicotteristiche, aeree, navali; in questo senso sara' determinante la capacita' di dialogare con esse in tempo reale, in maniera sicura ed affidabile, soprattutto per limitare al massimo i rischi di fuoco amico, per aumentare la precisione e per diminuire i rischi di danni collaterali./-----/
  • 0

#6 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 25 April 2005 - 01:19 AM

Un altro aspetto da considerare riguarda la reale utilita' delle UA FCS in molti degli scenari asimmetrici attuali;/-----/

I cosiddetti dopoguerra Afghano ed Iracheno, cosi' come tutte le operazioni di supporto alla pace in generale (PSO, Peace Support Operations) hanno dimostrato in maniera chiara quanto sia importante, piu' di ogni altro aspetto, la presenza di un grande numero di soldati, poco importa se iper-tecnologici o meno. /----/

(Come nella 1 Guerra mondiale o agi albori della civilta', o dell'era industriale.)/----/

Le grotte e le aree tribali dei Talebani e dei Qaedisti o le citta' irachene covo dei tagliatori di teste devono essere controllate nella maniera piu' presente e puntuale possibile, palmo a palmo, casa per casa./---/

Ed in questi scenari cio' che conta piu' di ogni altra cosa e' l-uomo, il soldato, il guerriero con il suo ethos e con tutti quei fattori immateriali, ben poco tecnologici, ad esso associati:
l-addestramento, la coesione dei reparti, il morale, il coraggio, la determinazione, la capacita' dei comandanti, ecc.
(ehe la mmaddonna, manca niente. Si e' lasciato andare trasportato dalla catalessi estatica di estremo godimento e goduria eiaculatoria.)./------/

Si stanno creando realta' tra loro molto diverse. Da un lato il conflitto tradizionale combattuto tra forze regolari, un conflitto simmetrico nel quale la tecnologia riveste un ruolo fondamentale; /----/

dall-altro la lotta al terrorismo (GWOT, Global War On Terrorism) con un sostanziale equilibrio tra la componente tecnologica ed il fattore umano e, infine, quell-ampia gamma di PSO che possono anche conoscere fasi di combattimenti ad
alta intensita' ma nelle quali e' proprio l-uomo a tornare protagonista./---/

(Lavoro indeterminato, determinato, precariato, atipici, lavoro nero, a contratto.)/----/


Sembra delinearsi la necessit? di due eserciti diversi:/----/

- il primo (relativamente ridotto in termini quantitativi) fatto di UA dotate dell-FCS, o di altri sistemi comunque integrabili con esso, e di SOF (versatili e tecnologiche); un complesso di forze da impiegare per le grandi guerre di teatro (MTW, Major Theatre War), adattabili alla GWOT e capaci di operare nell-ambiente delle NCO./-----/

(Lavoratori a tempo indeterminato e non determinabile)/----/

- il secondo composto da un gran numero di semplici fanti, spesso piu' simili a poliziotti, da utilizzare per il presidio ed il controllo del territorio, oltre che per attivit? di stabilizzazione e di ricostruzione./----/
(Lavoratori a tempo determinato, ausiliari, co.co.co., contratti atipici, precari di vario tipo, etc.)/---/


La sfida per ogni esercito di domani sara' quella di garantire l-equilibrio tra questi due estremi che, in definitiva, non fa altro che riproporre l-eterno dilemma del rapporto tra quantita' e qualita' e tenendo sempre bene a mente che, comunque, al centro di ogni cosa ci sara' sempre l-uomo con i suoi pregi e difetti./-----/(Qualita', ricchezza; Quantita', poverta'.)/----/
  • 0

#7 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 25 April 2005 - 01:20 AM

Alla luce di queste considerazioni appare evidente come gli Stati Uniti puntino ad allestire, piu' che altro, forze del primo tipo, ------
(E ssi vedde che cappiscono ddi pi? degli ittalliani.)--------------- con l-intento di relegare quasi tutti gli altri Paesi nel ruolo di fornitori di manodopera a basso prezzo per quelle operazioni, relativamente semplici, che richiedono lunghe e costose permanenze sul terreno ---------(aperto alle intemperie ed al manovvallamento). /----/

Infatti, se tutte le promesse del programma FCS verranno mantenute, le UA che ne verranno dotate, accanto ad una straordinaria potenza di combattimento, avranno un altrettanto straordinaria difficolta' ad operare in ambito multinazionale, stante il divario di capacita' che si verra' a creare tra queste ed ogni altra unita' di ogni altro esercito./----/
(concordo su questa parte analitica.)

Gli USA stanno, in definitiva, dettando i tempi di quel processo di trasformazione noto anche come RMA, Revolution in Military Affairs; un processo che, al di la' del singolo programma dell-FCS, abbraccia tutti gli aspetti degli affari militari (concettuale, dottrinale, organizzativo, operativo, tecnologico, ecc.) e che e' destinato a scavare un solco sempre piu' profondo tra le capacita' militari degli Stati Uniti (e, almeno in parte, di Regno Unito e Francia, gli unici Paesi che sembrano disporre di volonta' e risorse per procedere in questa direzione) da una parte ed il resto del pianeta dall-altra; se combattere a fianco degli Stati Uniti gia' oggi e' difficile per molte Forze Armate, in un futuro molto prossimo diventera' impossibile per (quasi) tutti./-----/

La conseguenza e' che il nostro Paese, insieme a molti altri, dipendera' sempre di piu' per la propria sicurezza dallo zio Sam
-----(dei sogni tuoi)-------
e dal suo sempre pi? formidabile strumento militare iper-moderno e tecnologicamente sofisticato, una dipendenza destinata a diventare assoluta./----/

(L'estensore immagina una nuova una nuova rigida divisione castale impermeabile che di fatto genera 2 societa' diverse ----(una ricca ed una povera)---- ed in conflitto tra loro. Da una parte coloro che hanno il posto a tempo indeterminato:
-Ricchi, Yuppy, Hi-Tech e sofisticati-;
dall'altro coloro che sopravvivono con i contratti atipici, il precariato ed il lavoro nero, che probabilmente non andranno mai in pensione; una semi-schiavitu' o servitu' della gleba.)/----/


Un vero peccato perche' all-Italia non mancherebbero le capacita' per essere protagonista, magari a modo suo, in questo straordinario processo
----(di riorganizzazione del mondo del lavoro in atto)------
in atto; certo se a latitare sono volonta', interesse e coraggio (e soldi) tutto diventa piu' difficile./----/

RIFERIMENTI che c'entrano poco e niente:/-----/

DefenseLink
22 July 2004, ?Army accelerates Future Combat System
  • 0

#8 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 25 April 2005 - 08:24 AM

La base di partenza configura il perseguimento e la realizzazione di 2 sistemi sociali diversi, impermeabili a salire, ma non a scendere, ed in conflitto tra loro:

-1 Dominante

e l'altro

-1 Dominato.

La discriminante e' data dal livello di ricchezza al momento dello start.

La sorgente del nazifascismo non va' ricercata nel Mein Kampf di Adolfo Hitler, ma nei Protocolli dei Savi di Sion.

http://switzerland.i...alais/sion.html

http://switzerland.i...ion.valere.html

SION (pronounced see-ohh), known as Sitten in German, is the capital of Canton Valais, an alluring and attractive town of just 27,000 with an exceptionally long history: archeological evidence points to the site having been inhabited during Neolithic times. What attracted settlement, no doubt, was the incongruous presence, on the otherwise pancake-flat valley floor, of two jutting rocky hills, visible from afar not least for the medieval castles Valere and Tourbillon, which now adorn the crests of both. They
  • 0

#9 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 25 April 2005 - 10:03 AM

25 aprile 2005 10.46

Russia: Putin si impegna a sviluppare democrazia e liberta' all'interno di un progetto sociale di progresso economico e politico dignitoso.

MOSCA - Il presidente Vladimir Putin si e' impegnato oggi a sviluppare una Russia "libera e democratica" quando ha parlato a una sessione congiunta del parlamento nella Sala dei Marmi dentro il Cremlino.

Durante il suo discorso, Putin ha sottolineato che per la Russia post-comunista i valori democratici non sono meno importanti del successo economico e del benessere sociale. "La difesa dei diritti umani e delle liberta' - ha sottolineato - e' vitalmente importante per la vita economica, pubblica e politica della Russia".

Il presidente russo ha definito il crollo dell'Urss "la piu' grande catastrofe geopolitica" del ventesimo secolo e ha messo in risalto che per il popolo russo quell'evento e' stato "un vero dramma".


SDA-ATS
  • 0

#10 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 20 May 2005 - 05:06 AM

:devil: :tralala: :cheers: :wonder: :happy: :wonder:
  • 0




0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users

Copyright © 2016 Pravda.Ru