Jump to content

Theme© by Fisana
 

Photo

Is Italy The Next?


  • Please log in to reply
88 replies to this topic

#61 GiBi

GiBi

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 1246 posts

Posted 15 May 2003 - 08:04 PM

Why should he? pacific's game is on another level.
GiBi
  • 0

#62 inside bush

inside bush

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 212 posts

Posted 15 May 2003 - 08:20 PM

Heeres Nachrichten Amt

Ancona 23/5/1915 :
S.M.S. SZIGETVAR
S.M.S. NOVARA
S.M.S.SCHARFSCH?TZE

one of these ships was commanded by one of my relatives.
  • 0

#63 inside bush

inside bush

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 212 posts

Posted 15 May 2003 - 08:24 PM

I wanted him for the MMTO (Militaer Mariatheresien Orden) :D
  • 0

#64 inside bush

inside bush

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 212 posts

Posted 15 May 2003 - 08:37 PM

Marchegg about 12 km westward Bratislava.

Marchegg about 35 km eastward Vienna.
  • 0

#65 GiBi

GiBi

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 1246 posts

Posted 15 May 2003 - 09:06 PM

Of Austro-hungarian descent and traditions?
That is something to admire.
Those places and occasions were among the last ones where there was a war with honor.
Did you know that the first aerial bombardment on a town was done by the planes commanded by the Italian poet Gabriele D'Annunzio?
It was on Vienna 1917 perhaps; it was "bormarded" with leaflets; over them you could read "Imagine what we could have unload over you today, instead of paper".
GiBi
  • 0

#66 inside bush

inside bush

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 212 posts

Posted 15 May 2003 - 09:39 PM

Well , you wouldn't do so. As you know those southeast and central east European Headquarters of large US companies and the other top secret US instalations in Austria could be damaged. Could be a threat. D'Annunzio is dead. And you know, my uncles within your air force wouldn't bombe me.

Did you know why Gothfried Freiherr von Banfield didn't bombe Venice. - The Emperor didn't allow to kill civilians.

Have you been to the D'Annunzio museum. If not go and admire his nightshirts. :D
  • 0

#67 GiBi

GiBi

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 1246 posts

Posted 16 May 2003 - 06:42 PM

Did I give you the impression that I want to bomb you?
No, it was a remainder of a romantic era.
On the line of those Indian warriors that only touched the enemy with their spear.
GiBi
  • 0

#68 inside bush

inside bush

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 212 posts

Posted 16 May 2003 - 08:09 PM

Well then "alles in Butter"
  • 0

#69 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 21 May 2003 - 03:37 PM

http://www.unita.it/...&TOPIC_ID=25948

Intervista a: LUCIANO VIOLANTE
President of the Democratic Left / Olive Cohalition

21.05.2003
Il premier fomenta la guerra civile/The premier wants Civil War in Italy

ROMA -
  • 0

#70 inside bush

inside bush

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 212 posts

Posted 21 May 2003 - 04:26 PM

:D Violante-Belzebu' :D

Guerra civile - do you think he will go that far?

E l-insicurezza dei cittadini cresce - NEOCON

sanita - Is it that devasting as described?

Il Violante-Belzebu' - does he realy only play the US card?

BB Belusconi Bush with no tits. :D

Unita - good paper. I like it.
  • 0

#71 inside bush

inside bush

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 212 posts

Posted 23 May 2003 - 08:10 PM

http://www.corriere....orum?forumid=11

Le statistiche dei signori "Allegri"

Io ho un genitore del nord ed un genitore del sud... Ho sempre vissuto al nord, ma conosco bene anche il sud, perche' ci vado spesso ed ho molti amici, parenti e conoscenti anche li'. Le "mie due" citta' (una in Emilia, l'altra in Campania) sono di dimensioni paragonabili ed entrambe capoluoghi di provincia. Quindi, amando entrambe le citta' e sentendo di appartenere ad entrambe, credo di essere abbastanza imparziale.
La mia obiezione verso Allegra e' che non puo' basare il proprio giudizio sugli episodi: "conosco UNA signora che deve chiedere i soldi al marito tutti i giorni, UN'altra a cui non e' concesso avere un aiuto in casa...". E allora? Io al sud conosco DECINE di signore che devono chiedere soldi al marito perche' e' loro PROIBITO (dallo stesso marito) lavorare, e ne conosco sicuramente piu' d'una che se ne sta chiusa in casa tutto il giorno a fare faccende domestiche, perche' avere una collaborazione esterna e' considerata una vergogna. Non solo, spesso ho sentito critiche pesanti su donne che lavorano (queste sciagurate che se ne stanno in giro tutto il giorno invece di pensare ai figli) e ho sentito ridicolizzare gli uomini che svolgono lavori domestici insieme alle mogli. Infine, questa la cosa che piu' mi dispiace, molto spesso quando parlo del mio lavoro il commento finale e': "Sei stata brava a laurearti, anche se poi in fondo per una donna non e' indispensabile... Ma perche' proprio ingegnere, che e' un lavoro da uomo?". Devo dire che discorsi del genere al nord non li ho mai sentiti. Nonostante questo, non mi permetterei mai di dire che al sud c'e' piu' maschilismo che al nord solo sulla base delle mie conoscenze personali, benche' queste non siano limitate ad uno o due casi. Se vogliamo fare un discorso un po' piu' serio, guardiamo le statistiche VERE. Ad esempio: qual e' il tasso di occupazione femminile al sud e al nord, naturalmente in relazione a quello maschile? Quante scuole materne ci sono al sud e al nord? Perche' la vera emancipazione e' questa... Lasciamo stare le teorie, vediamo quante sono le possibilita' concretamente offerte ad una donna per emanciparsi, per coniugare serenamente la propria vita affettiva e quella professionale. Per il resto, come giustamente ha detto Isabella, gli atteggiamenti arroganti e discriminatori ci sono al nord come al sud: le teste e' difficile cambiarle, ma a prescindere da queste, la differenza la fanno le strutture e le opportunita' concrete.
Ad Allegro dico solo che, secondo me, non ha molto senso parlare di Napoli e paragonarla magari ad una citta' medio-piccola del nord, che sicuramente e' piu' provinciale. Napoli e' una grande citta', puo' essere paragonata solo ad altre grandi citta'. E sinceramente, non mi pare che Milano (ci vivo da tre anni) sia meno cosmopolita o piu' maschilista di Napoli.
Ho vissuto un anno in Svezia, quella si' che e' una realta' differente in termini di emancipazione femminile! Viste da Stoccolma, le differenze tra nord e sud dell'Italia sono tutto sommato trascurabili. Insomma, di strada da fare ce n'e' ancora tanta qui da noi, sarebbe meglio concentrarsi su questo, invece di fare le gare tra nord e sud.
Ciao,
Iris
Il fattore economico

Grazie per la ragionevolissima lettera piena di equilibrio e di buon senso. Secvondo me, per?, trascuri forse un poco il fattore economico: al sud, in effetti, la disoccupazione ? molto pi? diffusa che al nord, bloccando in questo modo le sia pur forti istanze di emancipazione: Perch? non ci sono santi: nel momento in cui una donna lavora fuori casa diventa meno ricattabile, meno manovrabile da parte di un eventuale marito padrone. Ciao, a presto, Isabella B.F.
  • 0

#72 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 23 May 2003 - 09:47 PM

Hai pubblicato una lettera velenosa scritta per spargere veleno ed alimentare la percezione di due italie incongruenti l'una con l'altra secondo una logica territoriale.
E' vero che ci sono due e piu' italie ma la logica di esse non e' territoriale ma culturale.
E' una realta' quella descritta che sembra estratta pari pari dalle lettere al direttore delle riviste per sole donne o lamento di donne ai giornali degli anni '70 con l'aggiunta di una attualizzazione a favore della scelta leghista antimeridionalista.
La lega non e' precisamente un movimento a favore della emancipazione femminile, essa rappresenta esattamente l'opposto.
La scelta della regione e' significante per dove vuole andare a colpire, il sottointeso e':
"le donne di certe regioni non precisamente del Nord ed emancipate da un punto di vista educazionale e civile sono tutte troie"
detto papale papale e senza tanti giri barocchi.
Contemporaneamente all'estremo opposto dice:" Le donne sono utili solo con le gambe aperte e nient'altro" cioe' servono solo a far figli.
Lettere interessanti dans le nord-italie copiate da giornali o riviste degli anni '70 o dei primi anni '80.
Nothing new under the sun.
Indice di una mentalita' regressiva che sta cercando di fare proseliti.
Conosco degli ottimi ingegneri aereonautici che portano elegantemente pussy.
  • 0

#73 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 23 May 2003 - 10:49 PM

non rompere le palle/don't break my bolas/balls

non rompere i coglioni (che sono cose delicate)/don't f uck with me

non mi frega un cazzo/i don't give a f uck

va a pijartelo into oh culo/go get f ucked

va a fotterti/go get l aid (d'annunzana)

m'importa na sega/ i don't give a rat's f uck

strunz figghiu eh puttana/mother f ucker (incestuosa)

sei un culo/you are a hole

lei e' una puttana/she's a w hore

e' una squillo/ she's a s lut /ring-ring

she's a s natch/e' maiala (il sogno di tutti gli uomini)

her c unt is big/ c'e' l'ha grande (piu' di quello di molti uomini)

her pussy is wet/c'ha la passera molle (come molti uomini)

look the big tits on her/c'ha du tette che sembrano du culatte

he pissed on the street/va a puttane

scelte fra tante nel repertorio

:rolleyes:
  • 0

#74 inside bush

inside bush

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 212 posts

Posted 23 May 2003 - 10:58 PM

:) :D :mad: amicizia:p
  • 0

#75 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 23 May 2003 - 11:02 PM

La cosa strana e' che gli autori del turpiloquio li hanno banditi quasi tutti.
Erano la parte piu' divertente e culturalmente poetica del villaggio.
  • 0

#76 inside bush

inside bush

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 212 posts

Posted 23 May 2003 - 11:14 PM

I'll give it to my daughter for tomorrows Italian lesson. Subject countrylife in Italy. :cool:
I'll ad not by pacific but by Bezebube :D
  • 0

#77 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 24 May 2003 - 10:30 AM

Location a University in Italy in the north-east.

Il corso di Laure e' quello di ingegneria aereonautica.

Il professore ha tra i suoi allievi dei ragazzi ed anche alcune ragazze.
Gli allievi hanno quasi tutti il brevetto di pilota civile, uno solo non lo ha perche' soffre di vertigini.
Si devono formare i gruppi di studio per presentare i progetti per la tesi di Laurea.
L'ultimo gruppo e' formato dalle ragazze e dal ragazzo che soffre di vertigini.
A loro il professore dice:" Per LaurearVi dovete costruirmi un aereoplano che vola".
Loro costruiscono con notevoli difficolta' un ULM.
Il velivolo viene poi collaudato e portato in volo dal ragazzo che soffre di vertigini.
Quel gruppo di lavoro si e' poi laureato in ingegneria aereonautica contro tutti i pregiudizi del palazzo.
Io ho visto il risultato della loro tesi di laurea ed il collaudatore, il quale ha trovato il modo per bypassare, con uno strattagemma, il suo handicap e volare.
Hanno comunque avuto od hanno difficolta ha trovare lavoro nel settore aereonautico.
Per quel che ne so' sono gli unici che per una tesi di laurea hanno dovuto costruire un velivolo e portarlo in volo.
Le difficolta' non appartengono solo alle donne.
Conosco lo strattagemma che usa il ragazzo per contrastare le crisi di vertigine in volo.
Il ragazzo vorrebbe passare su di un aereo piu' pesante ma non puo' superare i test medici per il brevetto; forse e' ancora alla ricerca di un compagno munito di brevetto per volare dividendo le spese per ora di volo.
:cool:
  • 0

#78 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 24 May 2003 - 11:02 AM

In quei tempi il volo degli ultra leggeri motorizzati era libero non regolato da alcuna legge e da alcun brevetto, quindi niente test medici per l'abilitazione e scuola per il brevetto.

Puoi trovare il resoconto della storia su un numero della rivista "VOLARE" degli anni '90.

:cool:
  • 0

#79 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 24 May 2003 - 11:05 AM

http://www.edidomus....cale/volare.cfm
www.edidomus.it
  • 0

#80 pacific

pacific

    Registered User

  • Members
  • PipPipPip
  • 6441 posts

Posted 25 May 2003 - 04:41 PM

24.05.2003
Governo Berlusconi, due anni da buttare
di Furio Colombo

Adesso ogni cittadino lo sa. In questo Paese non si puo' contraddire Berlusconi per la strada, perche' lui da' ordine immediato alla polizia di identificare il disturbatore come se contraddire qualcuno, in una democrazia, fosse reato. E non si puo' affrontarlo in televisione, perche' lui e Bruno Vespa non vogliono. Chi ha obiezioni da muovere al primo ministro, in Italia, affida le sue domande al noto conduttore televisivo, che le annota e si impegna, servizievole e sorridente La fargliele avere domani
  • 0




0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users

Copyright © 2016 Pravda.Ru